Il Palazzetto Bru Zane nel programma culturale del Carnevale di Venezia

Anche nel 2018 il Palazzetto Bru Zane rinnova la partecipazione al Carnevale di Venezia, proponendo una serie di appuntamenti all’interno del programma culturale della più importante manifestazione cittadina, che annualmente attira centinaia di migliaia di partecipanti da tutto il mondo.

Domenica 11 febbraio alle ore 17 e lunedì 12 febbraio alle ore 20, il salone del Palazzetto Bru Zane ospiterà la nuova produzione di due piccoli gioielli musicali del repertorio francese di metà Ottocento: “2 operette in 1 atto”, cioè Les deux aveugles (1855) “bouffonnerie musicale” in un atto, musica di Jacques Offenbach su un libretto di Jules Moinaux, e Le compositeur toqué (1854) “bouffonnerie musicale” in un atto, testo e musica di Hervé, scritti quindi dai due protagonisti di questo genere musicale che si afferma in Francia dopo il 1848 e che costituisce quasi i due terzi del repertorio lirico francese romantico.

Interpreti vocali di entrambi i lavori, i tenori Raphaël Brémard e Flannan Obé, al pianoforte Christophe Manien; regia, scene e costumi sono invece di Lola Kirchner e le luci di Cyril Monteil.

La produzione del Palazzetto Bru Zane si realizza con il sostegno di Arcadi Île-de-France.

Biglietti: euro 15 (intero) – euro 5 (studenti e minori di 28 anni).

Lo spettacolo della domenica sarà seguito da un brindisi offerto dal produttore di Prosecco Colle Anese, in compagnia degli artisti.

Pensati originariamente per piccoli teatri, spesso sprovvisti di cospicui mezzi finanziari, questi spettacoli dovevano sottostare alle limitazioni previste da un decreto del 1807: non più di due o tre personaggi sulla scena, niente cori, niente balletti… Ma Hervé e Offenbach – maestri nell’arte di eludere i divieti! – seppero fare molto con poco, lasciando immaginare al pubblico quello che non potevano mostrare. In scena due tenori, accompagnati da un pianoforte, interpretano nell’operetta di Offenbach, Fignolet – compositore “suonato” – e il suo domestico Séraphin, poi in Hervé i mendicanti Patachon, «cieco dalla nascita» e Giraffier, «cieco per un incidente», che si contendono il posto migliore su un ponte…

Questo repertorio incredibilmente divertente, punta a coinvolgere il pubblico affinché scena e sala diventino tutt’uno, celebrando quello “spirito parigino” tipico di questi lavori, a metà strada tra comicità licenziosa e situazioni surreali.

La produzione delle “2 operette in 1 atto” sarà proposta il 5 giugno al Théâtre des Bouffes du Nord (Parigi) nell’ambito del 6° Festival Palazzetto Bru Zane Paris.

Le iniziative per il Carnevale di Venezia, si apriranno giovedì 8 febbraio alle 18, sempre al Palazzetto Bru Zane, con la conferenza “Una sorta di epidemia artistica”: la nascita dell’operetta a Parigi sotto il secondo impero, tenuta da Emilio Sala – docente dell’Università Statale di Milano e componente del Consiglio di orientamento del Palazzetto Bru Zane – che condurrà il pubblico di fra le atmosfere parigine che videro nascere questo genere musicale, dopo il fallimento dei moti del 1848 e della «Deuxième République».

Inoltre, dall’8 al 13 febbraio, il Palazzetto Bru Zane aprirà le porte al pubblico ogni pomeriggio per una serie di visite guidate gratuite alla scoperta dei suoi tesori artistici e della sua affascinante storia. Le visite saranno disponibili tutti i giorni in italiano (ore 14.30), francese (ore 15) e inglese (ore 15.30).

Comunicato Stampa

(Visited 10 times, 1 visits today)
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages