Il pianista polacco Łukasz Krupiński da Varsavia a Torino attraverso Vienna e Parigi

Classe 1992, Łukasz Krupiński ha già vinto il primo premio al Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino 2016 (oltre al premio del pubblico, dell’orchestra e della critica) ed è stato selezionato tra i migliori 20 pianisti al Concorso Chopin di Varsavia 2015. Non solo: per i risultati artistici raggiunti, nel 2016 gli è stata conferita una medaglia commemorativa dell’Università di Musica “Fryderyk Chopin” di Varsavia, dove si è laureato; tra gli ulteriori e numerosi premi e riconoscimenti citiamo il primo premio allo Yamaha Music Foundation of Europe Competition nel 2014 e al ClaviCologne International Piano Competition di Aquisgrana nel 2016 e la borsa di studio della Fondazione “Krystian Zimerman” nel 2015. Il giovane pianista polacco ha già una lunga frequentazione con il nostro Paese, tanto che il suo primo cd, dal titolo Espressione, prende ispirazione proprio dalle sue esperienze concertistiche in Italia e contiene brani di Haydn, Chopin e Skrjabin.
L’itinerario che lo porterà a Torino martedì 6 febbraio 2018 per la rassegna Lingotto Giovani prende le mosse dalla Parigi in cui Wolgang Amadeus Mozart scrisse la Sonata n. 8 in la minore KV 310, nel corso del deludente viaggio compiuto nel 1777-1778 in cerca di fortuna, che vide invece la morte dell’amatissima madre. La Sonata nasce dopo la scoperta da parte di Mozart del pianoforte a martelli, avvenuta ad Augusta, dove aveva potuto suonare gli strumenti di Johann Andreas Stein, tra i più avanzati per l’epoca. Di tutt’altro segno è la Parigi dei Valses nobles et sentimentales di Maurice Ravel, scritti in omaggio a Franz Schubert e connotati da disincantata ironia, malinconia ed eleganza. Brano molto amato dai pianisti, furono però eseguite per la prima volta « tra un coro di proteste e fischi a un concerto della S.M.I. in cui non era stato reso noto il nome degli autori» (Maurice Ravel). Si arriva infine nella Vienna di Robert Schumann, dove nel 1834 nascono gli Studi sinfonici op. 13, ciclo di variazioni su una melodia composta dal Barone von Fricken, flautista, compositore dilettante e padre di Ernestine, a quel tempo sua fidanzata. La composizione fu in seguito più volte rimaneggiata con conseguenti varianti del titolo: questa sera ascolteremo la versione del 1852.

La stagione 2017-2018 è resa possibile grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo (maggior sostenitore), Fondazione CRT, Maserati, Reale Mutua, Banca del Piemonte, Lingotto, IPI, Lavazza, Sadem Arriva, Vittoria Assicurazioni, Acqua Sant’Anna, UBI Banca, AON, Banca Sella, Iren.

Martedì 6 febbraio 2018 ore 20.30
Sala Cinquecento, via Nizza 280, Torino

Łukasz Krupiński pianoforte
PRIMO PREMIO «CONCORSO PIANISTICO INTERNAZIONALE REPUBBLICA DI SAN MARINO» (2016)

Wolfgang Amadeus Mozart
Sonata n. 8 in la minore KV 310

Maurice Ravel
Valses nobles et sentimentales

Robert Schumann
Dodici studi sinfonici op. 13 (versione 1852)

Guida all’ascolto a cura della studentessa DAMS Martina Polastri
In collaborazione con l’Università di Torino

La biglietteria è aperta nel giorno del concerto, 6 febbraio 2018, in via Nizza 280 interno 41,
dalle 14.30 alle 19, e un’ora prima del concerto, dalle 19.30 nel foyer della Sala Cinquecento.
Poltrone numerate da 5 a 10 euro. Informazioni: 011.63.13.721 oppure www.lingottomusica.it
Comunicato Stampa

(Visited 13 times, 1 visits today)
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages