Joel Prieto, tra “Il flauto” e “Il ratto” da Dresda e Varsavia

Il tenore Joel Prieto, vincitore del concorso Operalia nel 2008, ha debuttato nel mese di gennaio alla Opera di Los Angeles (Stati Uniti) come Belmonte nell’opera di Mozart Il ratto dal serraglio – “probabilmente il ruolo più difficile che ho cantato nella mia carriera”, commenta il giovane cantante-, ottenendo un notevole trionfo personale, sia da parte del pubblico che dalla critica [“Prieto ha contribuito con virtù vocali mozartiane con una delicata linea di canto, eccellente nei passaggi e con un fiato infinito… la sua è una voce di autentica qualità… La sua performance ha sfiorato la perfezione”. “Joel Prieto ha cantato Belmonte quasi con il suono di un oboe, sempre nel centro esatto della nota”]. Il tenore nato a Madrid, cresciuto a Porto Rico e formatosi a New York, rimane fedele a Mozart e nel mese di aprile, maggio e giugno tornerà alla Semperoper di Dresda (Germania), questa volta per mostrare il suo Belmonte in sette funzioni, mentre il 28 aprile offrirà un unico spettacolo come principe Tamino in Die Zauberflöte al Gran Teatro di Varsavia (Teatr Wielki, Polonia), sede dell’Opera Nazionale Polacca. Si tratta di una riproposta della applaudita messa in scena di Barrie Kosky e Suzanne Andrade che Prieto ha giá interpretato sia nel Teatro Real di Madrid (Spagna) che nel teatro della capitale polacca.
A Dresda, invece, Joel Prieto sarà Belmonte in un montaggio firmato da Michiel Dijkema, con la direzione di Christopher Stampi.

Comunicato Stampa

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Alessandra Giorda GRDLASN69A44L219V

Realizzato da Escamotages