José Miguel Pérez-Sierra torna in Cile con Rossini

Esperto di bel canto romantico e famoso in tutto il mondo soprattutto per la sua affinità con il repertorio di Rossini, José Miguel Pérez-Sierra a settembre tornerà all’Opera Nazionale del Cile, dopo aver già diretto nel teatro sudamericano I Puritani (2014), Il Turco in Italia (2015) e La Cenerentola (2017). Sempre con Rossini, questa volta tornerà in Cile per dirigere il capolavoro del compositore e di tutto il repertorio buffo: Il Barbiere di Siviglia. Con questa opera piena di brio, bellissime arie e grande senso dell’umorismo, Pérez-Sierra salirà sul podio del Teatro Comunale di Santiago a partire dal 20 settembre per prendere il comando di sei spettacoli (20, 22, 25, 26, 27 e 28) con due diversi cast tra cui artisti in piena ascesa internazionale come il tenore Levy Sekgapane e il mezzo Evelyn Ramirez.
“Rossini sapeva bene cosa voleva il pubblico, e questa opera ne è un esempio”, afferma il regista spagnolo, che ha nel repertorio una decina di opere del compositore e quest’anno ne aggiungerà altre tre: L’equivoco stravagante, Tancredi e La donna del lago. “Oltre alla sua musica piena di melodie geniali e la sua passione per la bellezza e il virtuosismo vocale, Rossini è stato un grande uomo di teatro e la maggior parte dei suoi libretti sono capolavori della scena. E per metterli in musica non c’è mano migliore della sua. Il Barbiere riunisce tutte le virtù del suo genio creativo. È un assoluto capolavoro”, aggiunge.
In seguito, tra gli altri impegni, il maestro Pérez-Sierra dirigerà Tancredi (Rossini) nel Teatro Pretruzzelli di Bari, La donna del lago (Rossini) all’Opéra de Marseille (Francia), Tosca (Puccini) alla Opéra-Théâtre de Metz (Francia) e la zarzuela El barberillo de Lavapiés (Barbieri) nel Teatro de La Zarzuela di Madrid.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages