Leif Ove Andsnes conquista il dotto pubblico del Lingotto

( Alessandra Giorda) Il ritorno del pianista Leif Ove Andsnes al Lingotto è senza dubbio stato di notevole impatto. La Star internazionale, definita dal Wall Street Journal “Uno dei musicisti più dotati della sua generazione” e  dal New York Times ” un pianista di eleganza, energia e introspezione magistrali”, ha conquistato il pubblico e reso indimenticabile la serata. Sul palco dell’Auditorium G. Agnelli, il M° Andsnes e la musica si sono elevate all’unisono per regalare ai partecipanti “perle” di rara bellezza . Orecchie gaudenti per una musica resa ancor più eccelsa dalla maestria del pianista. Coinvolgimento del pubblico per la grande capacità della Star di trasmettere emozioni,vitalità e trasporto sia a Torino che nelle altre tappe della tournée di recital dove Andsnes ha riscosso grande successo da Bilbao, Madrid, Lugano, Vienna Konzerthaus, Royal Festival Hall di Londra, Lipsia,Colonia, Amsterdam, Lucerna  e Milano. Sale l’attesa per i prossimi appuntamenti che vedranno il pianista norvegese il 30/11 ad Anversa, Belgio, 01/12 a Berlino ed ultima tappa il 03/12  a Monaco.

 

Di svariati minuti gli applausi da parte del composto e dotto pubblico, tipico dell’Auditorium Lingotto, che ha riconosciuto al pianista il talento e la bravura. Andsnes ha regalato due fuori programma, uno di Sibelius e l’altro di Chopin, di quello già in essere  composto  da Jean Sibelius, Jörg Widmann, Franz Schubert, Ludwig van Beethoven per concludere con Fryderyk Chopin ( per il dettaglio http://www.televisionario2.com/attesa-per-leif-ove-andsnes-che-ritorna-la-lingotto/)

Un vero fuoriclasse che è  anche artist-in-residence della New York Philarmonic per la stagione 2017/2018 nel corso della quale si unirà all’Orchestra nel Concerto di Britten ( Antonio Pappano), nel Quarto Concerto di Rachmaninov (  Paavo Järvi ) e nelle Fantasie di Debussy ( Edward Gardner).

Di successo il suo album per Sony Classical che è incentrato sull’opera per pianoforte del compositore finlandese J. Sibelius, ingiustamente a lungo dimenticato e riscoperto da Andsnes.

Il pianista norvegese, in passato, è  stato insignito di varie  onorificenze tra le quali : Commander of the Royal Norwegian Order of St. Olav, e nel 2007, il prestigioso Peer Gynt Prize, da parte dei membri del Parlamento norvegese, per essersi distinto nella cultura. Senza dubbio un vanto per la Norvegia nel mondo avere avere dato i natali a Leif Ove Andsnes.

Lunedì 27 Novembre 2017

 

 

(Visited 23 times, 1 visits today)
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages