Il violoncellista Enrico Bronzi debutta con Dvořák

È il violoncellista parmigiano Enrico Bronzi il protagonista del concerto sinfonico in programma nella Stagione del Comunale sabato 27 maggio 2017 alle ore 20:30 al Teatro Manzoni. Per il suo debutto con i complessi artistici del Teatro felsineo, Bronzi propone un capolavoro del repertorio per violoncello quale il Concerto in Si minore op. 104 di Antonín Dvořák, pagina che nel 2001 gli è valsa il Premio per la migliore esecuzione con la Filarmonica di Helsinki al Concorso Paulo Cello.

Continua...

James Conlon da Torino a Pordenone con la Star del Web Ray Chen

James Conlon dirige la prima esecuzione italiana
di Pogrebal’naja Pesnja di Stravinskij

Giovedì 25 maggio alle 20.30 a Torino e in diretta su Radio3
Venerdì 26 maggio replica a Pordenone

Oltre che della musica, è una star anche del web, che ama comunicare con i suoi fan tramite le più recenti piattaforme digitali e i social networks. Con oltre un milione di followers su “Sound Cloud”, è convinto che un artista possa fare molto per avvicinarsi sempre di più ai giovani e ampliare la platea della musica classica. È il violinista ventottenne Ray Chen, nato a Taiwan e cresciuto in Australia, che giovedì 25 maggio 2017 alle 20,30, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino e in diretta su Radio3, inaugura il Festival di Primavera dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, quest’anno dedicato al tema “I giovani talenti del violino”.

Continua...

Asher Fisch sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio

Mercoledì 31 maggio alle 20.30, Asher Fisch, direttore d’orchestra israeliano, specialista nel repertorio tardo-romantico di matrice tedesca, torna sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio per un concerto dedicato a Richard Strauss. Del grande compositore tedesco vengono interpretati tre poemi sinfonici: Ein Heldenleben (Vita d’eroe), op. 40; Tod und Verklärung (Morte e trasfigurazione), op. 24; Till Eulenspiegels lustige Streiche (I tiri burloni di Till Eulenspiegel), op. 28. Il concerto inaugura il Progetto Strauss, che proporrà ogni anno, da questa Stagione, i principali lavori operistici e sinfonici di Richard Strauss.

Continua...

1000 anni di storia letteraria raccontati in 90 minuti al Teatro Erba… divertendosi!

Il baby best seller di Torino Spettacoli PARLO ITALIANO festeggia 12 ANNI DI REPLICHE! Lo spettacolo, di Germana Erba e Irene Mesturino, per la regia di Guido Ruffa, è in scena al Teatro Erba di Torino, a grande richiesta, per due date fuori programma: lunedì 22 maggio alle ore 21 e mercoledì 24 maggio alle 10!

A raccontarci 1000 anni di storia letteraria italiana sono gli attori della Compagnia Torino Spettacoli: Girolamo Angione, Barbara Cinquatti, Domenico Berardi e Federico Sciuto.

PARLO ITALIANO, dopo le numerosissime repliche a Torino e provincia, in tutto il Piemonte, in Lombardia, Liguria, Lazio, Molise, Abruzzo e Sicilia, in Francia, in Germania e addirittura in Brasile, continua il suo percorso.

Continua...

Celso Albelo, da Minorca a Bologna, e da Orange a Savonlinna

Dopo aver interpretato il ruolo di Leicester in Maria Stuarda (Donizetti) a Genova, il tenore spagnolo Celso Albelo ritornerà nel mese di giugno nei panni di Edgardo, il protagonista di Lucia di Lammermoor (Donizetti), sia al Teatre Principal di Mahon (Minorca, 2 e 4), che al teatro Comunale di Bologna (16, 18, 20 e 22). Albelo a Mahon si esibira davanti al pubblico degli Amici del S’Òpera contando sul direttore spagnolo più specializzato nel belcanto romantico, José Miguel Pérez Sierra. A Bologna il suo Edgardo si aggiunge alla lista dei personaggi interpretati dal tenore in Italia: nel Comunale di Bologna ha cantato un paio di mesi fa Rigoletto (Verdi) e il suo indimenticabile Werther (Massenet). Ora, sotto la direzione musicale di Michele Mariotti, Albelo sarà il protagonista di una nuova produzione di Lucia del teatro italiano coprodotto con ABAO-OLBE di Bilbao e firmato da Lorenzo Mariani.

Continua...

La prima viola Ula Ulijona diretta da James Conlon all’Auditorium Rai di Torino

«Pensai di scrivere per l’orchestra una serie di scene nelle quali la viola solista si trovava mescolata come un personaggio più o meno attivo, conservando sempre un suo carattere». Così Hector Berlioz descrive nelle sue memorie la Sinfonia in quattro parti op. 16 per viola e orchestra Harold en Italie (1834), ispirata alle peregrinazioni in Italia e ai tormenti romantici del giovane Aroldo, nato dalla penna di Lord Byron. Ad eseguirla nel concerto di chiusura della stagione 2016-2017 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai – in programma giovedì 18 maggio alle 20.30 all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, con collegamento diretto su Radio3 e trasmissione in diretta-differita su Rai5 dalle 21.15 – è Ula Ulijona, prima viola della compagine Rai e solista di Kremerata Baltica, la prestigiosa orchestra da camera, fondata e diretta da Gidon Kremer, con la quale si è esibita in tutto il mondo e ha registrato varie incisioni discografiche. Diplomata all’Accademia musicale di Vilnius, in Lituania, dov’è nata, e premiata in numerosi concorsi internazionali, fra cui il “Primrose” di Chicago, Ula Ulijona – secondo il Guardian – vanta un «approccio romantico e rapsodico» al suo strumento.

Continua...

AQUAGRANDA in prima TV su Rai 5 con Michieletto

Giovedì 11 maggio a partire dalle 21.15 il dramma in musica di Filippo Perocco che ha inaugurato la stagione 2016-2017 del Teatro La Fenice in ricordo dell’alluvione di Venezia.
A introdurre l’opera, il documentario “Aquagranda in crescendo” di Giovanni Pellegrini che ne racconta il backstage.

Il 4 novembre 1966 una terribile alluvione colpì Venezia e l’Italia, con disastrose conseguenze. Quel giorno in Laguna l’acqua alta raggiunse i 194 cm, livello mai più eguagliato. Particolarmente colpita fu l’isola di Pellestrina. A distanza di 50 anni, il Teatro La Fenice ha rievocato quei tragici eventi commissionando l’opera “Aquagranda” con cui ha inaugurato la stagione lirica 2016-2017 proprio nel giorno del cinquantesimo anniversario dell’alluvione.

Continua...

“Donizetti Revolution vol. 3” al Teatro Sociale di Bergamo

Tutto pronto per “Donizetti Revolution vol. 3”, l’ormai attesissima presentazione spettacolo della programmazione artistica 2017 della Fondazione Donizetti che avrà luogo al Teatro Sociale di Bergamo sabato 13 maggio alle 20:30: come nelle precedenti occasioni sul palco il direttore artistico Francesco Micheli, con il mezzosoprano Aya Wakizono – che sarà poi fra i protagonisti del festival autunnale Donizetti Opera 2017 – i quali introdurranno il pubblico alla scoperta dei titoli della nuova attività, con un inedito intreccio di musica, parole e immagini.

Continua...

Davinia Rodríguez ritorna con Mozart a Spoleto

Il soprano delle Canarie debutta il ruolo di Elvira nel Don Giovanni alla 60ª edizione del Festival dei Due Mondi

Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, fonda­to dal leggendario compositore Gian Car­lo Menotti nel 1957, come l’anno scorso conteràsu Mozart e sul soprano spagnolo Davinia Rodríguez. Il 30 giugno il festival italiano alzeràil sipario con il Don Giovanni di Mo­zart con la cantante delle Canarie nel ruolo di Don­na Elvira, che Rodriguez canteràper la prima volta nella sua carriera. “Nel mese di febbraio ho cantato Donna Anna nella stagione ABAO-OLBE di Bilbao e a Spoleto interpretarò la stessa opera, ma ques­ta volta dal punto di vista del ruolo rivale e, contro il libertino Don Giovanni, alleato”, dice il soprano:

Continua...

Andrea Battistoni dirige il penultimo Concerto al Filarmonico di Verona

In apertura sarà proposta la Sinfonia n. 5 op. 95 in mi minore “Dal Nuovo Mondo” di Antonín Dvořák; seguono Rapsodie Espagnole e Daphnis et Chloé, Fragments Symphoniques, Suite n.2 di Maurice Ravel.

Il Concerto, a causa dell’improvvisa indisposizione del violinista Sergej Krylov che si sarebbe dovuto esibire nel Concerto n. 4 di Paganini, si apre con la più famosa delle sinfonie del compositore ceco Antonín Dvořák.

Continua...
© 2017

Alessandra Giorda GRDLASN69A44L219V

Realizzato da Escamotages