Riccardo Frizza torna a Zurigo con Luisa Miller

Considerato uno dei più importanti direttori musicali del momento, il maestro Riccardo Frizza nel mese di aprile tornerà alla Opernhaus di Zurigo con una delle opere di Verdi attualmente meno rappresentate, Luisa Miller, erede della tradizione del bel canto che ha caratterizzato la prima fase del compositore, uno dei padri dell’opera (i giorni 12, 15, 21, 24, 27, 29 aprile). Frizza si sposterà nella capitale svizzera dopo aver diretto La Traviata (Verdi) presso il New National Theatre di Tokyo e Il Barbiere di Siviglia (Rossini) all’Opéra National de Paris, questa volta per mettersi al comando di una produzione del regista Damiano Michieletto che avrà come protagonista il mitico baritono Leo Nucci, in un cast che include anche la soprano Nino Machaidze e il tenore Matthew Polenzani.

Il maestro Frizza si recherà poi al Teatro La Fenice di Venezia dove lo aspettano due produzioni, L’elisir d’amore (Donizetti) e Norma (Bellini), prima di impegni alla Bayerische Staatsoper di Monaco, al Teatro alla Scala di Milano e all’Opera di San Francisco, oltre ad altri.

Riconosciuto artista nell’ambito sinfonico, Frizza è anche uno dei direttori più richiesti del genere operistico italiano, con particolare dedizione al repertorio del bel canto romantico –esperto in Rossini, Bellini e Donizetti, è direttore musicale de Donizetti Opera Festival di Bergamo- e nel lavoro di Giuseppe Verdi.

Torna a Zurigo dopo aver debuttato in questa città nel 2013, quando ha diretto l’opera di Rossini La scala di seta.
Comunicato Stampa

(Visited 1 times, 1 visits today)

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages