Ringrazio Dio per la voce che mi ha donato

( Alessandra Giorda) Senza dubbio è tra le voci più importanti, tra i bassi, del panorama lirico internazionale. Antonio Di Matteo dà inizio alla sua brillante carriera da giovanissimo. A soli 22 anni entra a far parte del Coro del Real Teatro di San Carlo, successivamente vince vari premi importanti. La sua voce è possente e potente un vero basso che i critici più illustri seguono con fervore. Sempre presente negli appuntamenti più importanti come al Savonlinna Opera Festival, tanto per citarne uno. Nella video intervista, Antonio Di Matteo oltre a raccontare il ruolo di Pirro, che canterà ne I Lombardi alla prima crociata in scena al teatro Regio di Torino dal 17 al 28 Aprile 2018, con una notevole umiltà che lo contraddistingue, commenta aspetti della sua vita come artista e uomo. Nel 2015 la sua voce ha colpito i palermitani al Teatro Massimo, nel ruolo di Sarastro ne il Flauto Magico di Mozart, dove già nel 2013 si era distinto al prestigioso Festival di Salisburgo. A Luglio prossimo con lo stesso ruolo sarà presente al Macerata Opera Festival con l’autorevole regia di Graham Vick  ed a Ottobre al Teatro dell’Opera di Roma. Di tutto questo, di come è stata definito il suo talento e molto altro si parla nell’intervista a seguire, compreso un ringraziamento a Dio per avergli donato una voce meravigliosa con la quale lavora ed ottiene successi in Italia ed estero.

 

(Visited 1 times, 1 visits today)

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages