Sold out per Ezio Bosso al Regio

Gradito e atteso ritorno di Ezio Bosso, sabato 17 novembre alle 20.30, sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio nella doppia veste di direttore e compositore. In programma una prima esecuzione a Torino: Oceani. Concerto per violoncello e orchestra – in prima esecuzione a Torino – tratto dalla Sinfonia n. 1 con Relja Lukic al violoncello solista, e la Sinfonia n. 9 “Dal nuovo mondo” di Antonín Dvořák.

Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra torinese, è il simbolo della potenza della musica. Dopo anni di formazione e un’avviata carriera concertistica affronta e vince durissime avversità che lo costringono a ricominciare il suo percorso da una nuova partenza. Bosso è un musicista apprezzato a livello internazionale non solo da chi ama ciò che comunemente denominiamo musica “classica”, che lui preferisce definire “libera”. La sua storia è fatta di coraggio, amore per la vita e soprattutto musica. «Se vogliamo parlare della mia storia, spero solo che sia servita a mettere in luce le mille altre storie come la mia. Ho tantissimi strumenti per andare avanti, a partire dalla musica, che mi aiuta a rubare il tempo. Non sono io l’esempio cui ispirarsi, ma tutte quelle persone che non mollano pur tra tantissime difficoltà. Gli esempi non fanno mai troppo rumore». Artista dal talento assoluto, Bosso è una delle voci più interessanti tra i compositori contemporanei. Autore di musica da camera, opere, sinfonie, balletti, musica per film e concerti, le sue partiture sono eseguite nei più prestigiosi templi della musica: dalla Wiener Staatsoper alla Royal Opera House, dal Théâtre du Châtelet al Teatro Bol’šoj. Le sue musiche sono usate da coreografi quali Christopher Wheeldon, Edwaard Liang e richieste da registi del calibro di Gabriele Salvatores, Gianluca Maria Tavarelli o Cristiano Bortone.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Alessandra Giorda - P.IVA 11290670014

Realizzato da Escamotages